spacer.png, 0 kB

Newsletter

spacer.png, 0 kB
 
News - Eventi Essen-Germania-Novembre 2007 - ita
 
Essen-Germania-Novembre 2007 - ita

150 tra Piercers, Body Modifiers e Tatuatori, dai più quotati a livello mondiale a quelli alle prime armi, tutti riuniti al BMXnet.
Prima di andare al sodo introduciamo questa sigla poco nota al panorama italiano, in quanto sviluppatasi prevalentemente nel nord dell’ Europa.


BMXnet (Body Modification Exchange Network) nasce più come movimento culturale che cresce e si diffonde grazie alla partecipazione diretta e attiva di Piercers e Modifiers.
Un network dove comunicazione, scambio di idee e opinioni, unito all’organizzazione di eventi e seminari di approfondimento diventano il fulcro vitale.


Tutto ciò nasce dalla mente di Stephan Stresik, il presidente appunto, già addetto stampa per Wildcat Media e Expand Magazine, prendendo spunto da APP (Association of Professional Piercers) e, questo lo possiamo citare con piacere ed orgoglio, da APTPI,
Come si  può già notare dalla sigla che lo identifica, a differenza di APTPI, BMXnet si occupa di Body Modification in tutte le sue sfaccettature e collabora con persone specializzate anche in Implant, Scar, Branding e quant’altro, con lo scopo di divulgare, sviluppare e incrementare la qualità di tali procedure.
Veniamo ora alla conferenza: 3 giorni di lezioni suddivise tra Piercers, Body Modifiers e Tatuatori.
Vista la partecipazione di persone provenienti da diverse parti d’Europa (tra le quali Paesi Bassi, Paesi Scandinavi, Francia, Regno Unito e Itali), e a causa di interminabili ore di viaggio, gli organizzatori hanno pensato di sfruttare la prima giornata come una sorta di warm-up: per il relax e l’aggregazione, organizzando un Suspension Party pomeridiano e spettacoli durante la serata.


I successivi 2 giorni sono invece stati intensi, una full immersion di lezioni molto interessanti per i partecipanti. Impossibile ricordarle tutte, ma ne possiamo citare alcune come Antropologia (Prof. Antonio Palmisano), Tecnica di Surface Piercing (Luis Garcia), La Macchinetta per Tatuare e i suoi Segreti (Fratelli Godoy),  e “ Surface to surface piercing” “ Beading “ e “ Laser Branding “ (Steve Haworth).
Oltre alle lezioni teoriche, molto graditi sono stati alcuni workshop, come ad esempio quello sulla procedura di esecuzione dei Microdermal, i gioielli che stanno rivoluzionando quello che è il piercing “classico”.
Un capitolo a parte va alla tavola rotonda dedicata alle realtà associative tra le quali: APP ( USA ),l’APTPI ( Italiana ovviamente ), OPP ( Germania ), la DOT ( Germania )e la UETA ( Europea ): qui abbiamo potuto confrontare e scambiare opinioni con colleghi di altre parti d’Europa, constatando che è indispensabile la collaborazione e la comunicazione, anche tra diverse Nazioni. Anche nel resto della Comunità Europea, a livello legislativo, non ci sono situazioni ben chiare e leggi appropriate. Nell’attesa di leggi che arriveranno direttamente dal Parlamento di Bruxelles, unire le forze ed espanderci all’estero risulta di primaria importanza, quindi questi tipi di eventi sono fondamentale e la partecipazione attiva risulta quasi obbligatoria.
Il tutto doppiato da un servizio di traduzione simultanea che efficientemente convertiva la lingua tedesca in quella inglese e viceversa.


Presente anche un’area espositiva dedicata ai suppliers e alla vendita di attrezzature e materiale di qualità, un’area della location che ha attirato i partecipanti durante le pause tra una lezione e l’altra.
Le nostre conclusioni sono più che ottime: l’organizzazione è stata impeccabile, considerando l’esiguo numero di volontari che hanno in breve tempo organizzato un evento di tale portata e, conoscendo di prima persona le fatiche e le difficoltà che bisogna affrontare, non possiamo fare altro che complimentarci con tutto lo staff.


Un grande ringraziamento va in particolar modo a Stephan, che, oltre ad averci ospitati negli alloggi riservati agli invitati, continua a supportare la nostra Associazione.


Non mancheremo di certo alle prossime edizioni che sicuramente vedranno un aumento del numero di partecipanti, anzi, raccomandiamo e approfittiamo per invitare tutti i lettori ad unirsi a noi per portare la voce italiana all’estero.


Uffico Stampa APTPI

> Guarda la galleria fotografica


LINKS:

http://www.bmxnet.org/

http://www.safepiercing.org/point.html
   

 
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
 
A.P.T.P.I. Associazione Tatuatori Piercers Professionisti Italiani - P.IVA: 01785880517 | credits FuoriFormato Web Studio