spacer.png, 0 kB

Newsletter

spacer.png, 0 kB
APTPI 12th Italian SusCon 2016
Oggetto: APTPI 12th Italian SusCon 2016
Data invio: 2017-01-22 14:37:15
Invio #: 26
Contenuto:
e Newsletter
 
1

 

 

italiano:

 

12° ITALIAN SUSCON 2016

La dodicesima edizione dell'Italian SusCon si è svolta quest'anno dal 18 al 20 settembre a Tirrenia, Pisa, comoda location ormai da molto tempo.
Ancora una volta la partecipazione è stata buona, con 45 sospensioni effettuate durante il convegno ed un pulling tra 6 persone. Nota altamente positiva, il 30 % dei suspendees erano neofiti, segno che la cultura della pratica della sospensione corporale si sta espandendo, anche e soprattutto tra i più giovani.

Oltre agli italiani, si segnalano partecipanti provenienti da Germania, Spagna, Norvegia e Nuova Zelanda; i gruppi di sospensione che hanno reso possibile tutto l'evento sono APTPI-ST e Wings of Desire (Norvegia), il cui leader, Havve Fjell, ha presentato ufficialmente il 3° Simposio sulle sospensioni corporali che sarà tenuto a Berlino nel maggio 2017.

Come di consueto, durante i 3 giorni del convegno, si tengono anche delle lezioni teoriche: abbiamo avuto l'onore in questa edizione di ospitare Paul King, body piercer professionista fin dal 1991 ed insignito del titolo di Master Piercer da Jim Ward nel 1996. Membro attivo dell'APP, è anche avido studioso di etnoantropologia e di antropologia delle modificazioni del corpo e su questi argomenti ha tenuto diverse lezioni in varie Università. Da noi ha proposto: Traditions of Hook Swinging in South Asia, Suspension of Believe e Piercing Rituals of Plains... Sundance; gli argomenti sono stati molto interessanti ed apprezzati, ed hanno messo in luce altri punti di vista sulla pratica della sospensione, soprattutto per quanto riguarda la finalità, non ludica ma rituale.

Altra novità, alcuni partecipanti hanno realizzato un progetto a sfondo sociale ed antropologico, condotto dall'antropologa Federica Manfredi, che ricerca i motivi, ma anche le sensazioni, che intervengono in chi si sospende. Dopo aver contattato alcune persone, ha stabilito una consegna: cercare, attraverso un'opera artistica, di rappresentare cosa, o come, la coscienza elabori l'atto di sospendersi. Sono stati così prodotti 12 progetti, tutti diversi e tutti unici e personali nel taglio e nella realizzazione, che ha coinvolto molto intensamente i soggetti.

Doveroso ringraziare tutti i partecipanti al SusCon, i relatori e gli sponsors, ma soprattutto tutti i volontari che rendono ogni anno tutto questo una realtà.

Vedere e sentire tanta passione e dedizione per una pratica apparentemente poco usuale e male accettata dalla comunità, ricompensa da ogni fatica e contribuisce a rendere questo evento così emotivamente coinvolgente dal punto di vista umano e culturale.

Vi aspettiamo alla prossima edizione, con altre sorprese!

 

> Photo Gallery 

 

 

 

 

 

 


 

English:

 

12th ITALIAN SusCon 2016
 
 
The twelfth edition of the SusCon took place this year September 18 to 20 in Tirrenia, Pisa, convenient location for a long time. Again, the investment was good, with 45 suspensions made during the conference and a pulling between 6 people. Highly positive note, 30% of suspendees were newbies, a sign that the culture of the practice of corporal suspension is expanding, not least among young people.

Besides Italians, include participants from Germany, Spain, Norway and New Zealand; the suspension groups that have made possible the whole event are APTPI-ST and Wings of Desire (Norway), whose leader, Havve Fjell, officially presented the 3rd Symposium on corporal suspension that will be held in Berlin in May 2017.

As usual, during the 3 days of the conference, also held the theoretical lessons: we have had the honor to host this edition Paul King, body professional piercer since 1991 and awarded the title of Master Piercer by Jim Ward in 1996. Active member of the APP, also avid student of ethnoanthropology and anthropology of the body changes and on these topics has lectured at various universities. 
 
We proposed: Traditions of Hook Swinging in South Asia, Suspension of Believe and Piercing Rituals of Plains ... Sundance; the subjects were very interesting and appreciated, and have highlighted other points of view on the practice of the suspension, especially with regard to the ritual purpose.

Another novelty, some participants carried out a project with a social and anthropological, led by the anthropologist Federica Manfredi, which researches the reasons, but also the feelings, involved in who is suspended. After contacting some people, she has established a delivery: look through a work of art, to represent what, or how the consciousness  draw up the act of suspending. They were thus produced 12 projects, all different and all unique and personal in cutting and construction, which has very intensely involved subjects.

Right to thank all participants in the SusCon, speakers and sponsors, but especially all the volunteers that make this a reality each year.

See and hear a lot of passion and dedication to a seemingly uncharacteristic bad practice and accepted by the community, it rewards all the effort and helps to make this event so emotionally engaging human and cultural point of view.
 

We wait for the next edition, with more surprises!
 
 

 

 

 

 

 

Your Subscription:

 

 

1
 

 


spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
 
A.P.T.P.I. Associazione Tatuatori Piercers Professionisti Italiani - P.IVA: 01785880517 | credits FuoriFormato Web Studio