spacer.png, 0 kB

Newsletter

spacer.png, 0 kB
APTPI at Dallas SusCon 2013
Oggetto: APTPI at Dallas SusCon 2013
Data invio: 2013-06-03 03:08:00
Invio #: 11
Contenuto:
e Newsletter
 
1

 

Ciao [FIRSTNAME],

 

APTPI al Dallas SusCon 2013


Appena tornati dal Dallas Suscon, provati dal viaggio ma soddisfatti e pieni di nuovi spunti di riflessione.

Durante questo week end sono successe così tante cose che resta quasi difficile ricordarsele tutte.

Questo evento è da ritenersi memorabile per tutta una serie di fattori, in ordine cronologico il primo momento topico è stata la riunione di tutti i team leader partecipanti all'evento al fine di fare il punto su cosa sta succedendo e come si sta evolvendo la pratica  della sospensione corporale in giro per il mondo.

A questa riunione hanno partecipato 69 team leder di gruppi di sospensione provenienti da tutto il mondo, ognuno con una plausibile differente formazione e intenti nei confronti della sospensione.
Il punto saliente è stato capire se ci fosse da parte di tutti la volontà di unirsi per creare un network di comunicazione e condivisione di informazioni con la finalità di evolvere e per quanto possibile tutelare questa disciplina che si sta diffondendo in modo esponenziale in tutto il globo.

Ci sono stati differenti approcci per quanto riguarda le eventuali modalità, ma di sicuro si è evinto che c'è da parte di tutti la voglia di fare fronte comune per il bene di una disciplina che, per tutta una serie di motivi,  sta a cuore a tutti noi.

Si sono così buttate delle solide basi per la formazione futura di una associazione internazionale di gruppi di sospensione corporale.
Ci auguriamo che si riesca a portare avanti questo progetto in modo concreto e costruttivo per tutti.

Durante i tre giorni successivi poi si è svolto l'evento vero e proprio.

Questo particolare SusCon è stato un momento di grosso cambiamento per quanto riguarda la concezione del SusCon tradizionale. Oltre che all'aspetto ludico, si è mirato molto alla formazione professionale dei praticanti, formazione offerta anche in alcuni altri eventi, ma in maniera meno approfondita; in questo particolare caso la formazione è stata al primo posto.
Infatti, parallelamente al SuScon si è svolta una conferenza sulla sospensione corporale, dove sono state toccate tutta una serie di materie tecniche ed igienico sanitarie strettamente legate alla pratica di sospensione corporale. Dalle tecniche di base e avanzate di rigging (sartiame), antropologia, prevenzione della contaminazione crociata,  scelta e caratteristiche dei materiali impiegati nella pratica, sicurezza nella sospensione, scelta del posizionamento dei ganci,  tecniche, preparazione all'assistenza tecnica specifica per i possibili imprevisti che possono succedere durante la sospensione, legislazione ( in questo caso specificatamente per gli USA ) e tutta un'altra serie di lezioni per un totale di 35 classi.
APTPI, nella figura di Bruno Valsecchi, è stata chiamata a tenere 2 workshops sul “ Controllo della contaminazione crociata attraverso l'utilizzo di un gel reattivo alla luce UV durante la pratica di sospensione” introducendo così un concetto del tutto nuovo,  volto alla sensibilizzazione dei praticanti di questa disciplina.
Il Workshop era così suddiviso: introduzione teorica al concetto dell'importanza della prevenzione, documentario esplicativo e prova pratica da parte di alcuni partecipanti ( la parte pratica è stata seguita anche da Beppe De Palo, come Tutor).


Il Suscon non è stato solo formazione, ma, come di consueto succede, si è dato molto spazio all'aspetto ludico in un grande salone predisposto con tutti i materiali necessari per dare libero sfogo all'espressione artistica e stilistica di quanti si sono cimentati sia nel sospendersi che come rigger.
Spettacolari e avanzate installazioni di ogni genere si sono succedute durante i tre giorni del Suscon: più esplicative delle parole saranno le immagini che avrete la possibilità di vedere allegate a questo articolo.

E per concludere non possiamo non parlare dell'incredibile momento artistico esterno al Suscon ma ad esso correlato, svoltosi al Lakewoodtheater  di Dallas, dove il grande Stelarc, in collaborazione con Wings of Desire hanno dato vita ad una performance da lasciare senza fiato.

Bruno e Beppe, come riggers, sono stati chiamati a fare parte della crew, che è stata necessaria per la realizzazione di questa installazione.
E' stato un grande onore per noi poter collaborare con alcuni dei migliori professionisti mondiali.

Stelarc ha introdotto la serata con la presentazione di “ Meat, Metal & Code: Zombi e Cyborg Bodies”, per poi passare alla performance vera e proprio.

Molto più eloquenti le immagini delle parole, pertanto vi rimandiamo alle foto allegate.

Concludiamo ringraziando Allen Falkner che ci ha invitati anche quest'anno e speriamo che il nostro aiuto sia stato fruttuoso per tutti... Per noi questa occasione è stata una straordinaria esperienza ed opportunità di confronto e di interazioni incredibilmente proficue con i nostri colleghi di tutti il mondo.

Grazie Allen e grazie a tutto il Dallas SusCon team per avere organizzato un evento memorabile come quello appena terminato.

In situazioni come queste non si può non avvertire il senso di appartenenza a qualche cosa di grande, di genuino, nonostante tutte le nostre differenze culturali; sono più che mai convinto che lascerà un' indelebile impronta nell'antropologia contemporanea.

See you hopefully soon, maybe at the Italian SusCon

> photogallery

photo @MarkKaplan

 

APTPI Staff

 

 

 


 

 

Hi [FIRSTNAME],

 

APTPI al Dallas SusCon 2013


Back from Dallas Suscon, tired but satisfied and with new food for thought.
 
During this weekend happened so many things that is  nearly impossible to remember all of them.
 
This event is memorable thanks to many reasons; one of them is the meeting, on the first day, of all the team leaders attending to the event discussing how the body suspension practice is developing all around the world.
69 team leaders from all around the world attended the Dallas SusCon, each of them with different training and aims towards body suspension.
The main intent of the meeting was to create a network within the different Suspension Teams to share their different knowledge, in order to develop and protect the body suspension practice that is more and more spreading all over the world.

Different perspectives about the possible operating methods, but a common intent to protect a practice that all of us care.
 
All together we laid the foundations for a future International Association of Body Suspension teams.
We hope to continue this plan in a solid and productive way for everybody.
 
The following three days suspensions took place.

This SusCon in particular was completely different from other ones we've been to. In addiction to the playful aspect, great importance was given to the professional training of the apprentices; this usually happens in other events, but not in depth like this year: professional training was the main aspect of this SusCon.

Concurrently to the SusCon took place a conference on technical and hygienic subjects strictly involved to body suspension: basic and advanced techniques of rigging, anthropology, cross comtamination prevention, choice and feature of tools used, safety during suspensions, hooks placement, different techniques, training to practical aid in case of accidents, that can always occur during a suspension, legislation (for USA) and many more classes, 35 in total.
APTPI, and in particular Bruno Valsecchi, teached 2 workshops on:
‚ÄúControl of Cross Contamination through the use of UV reactive gel during suspensions‚Äù  introducing a new aspect of body suspentions, to make aware the apprentices of this practice.
In this workshop we had: theoretical introduction to make aware of the importance on prevention, explanatory video and a practical trial (in this part of the workshop Giuseppe De Palo was the tutor).

This Suscon wasn't only educational: great importance has been given to the estethic and stylistic way to suspend of both the riggers and the people suspended.
During three days we had the chance to see extraordinary and innovative installations: more than words will talk the picture taken at the event.

Last but not least, we had the opportunity to see a breathtaking performance of the artist Stelarc, in cooperation with Wings of Desire, that took place at the Lakewood Theater in Dallas.
Bruno and Beppe, as riggers, were part of the crew required for the performance: it was an honor for us to work with such a Body Art Artist and with the best professionals from all over the world.
Stelarc introduced his performance showing “ Meat, Metal & Code: Zombi e Cyborg Bodies”.
Take a look at the pictures!
 
We are thankful to Allen Falkner that invited us to Dallas SusCon also this year: for us was a great opportunity to confront and interact with so many professionals.

Thanks Allen and thanks to Dallas SusCon for this memorable event.

We couldn't help to feel a sense of belonging to something huge, real, even though our cultural differences; we're sure we'll leave our mark in contemporary anthropology.
 
 
See you hopefully soon, maybe at the Italian SusCon!

> photogallery

photo @MarkKaplan

 

APTPI Staff

 

1
 

 



spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
 
A.P.T.P.I. Associazione Tatuatori Piercers Professionisti Italiani - P.IVA: 01785880517 | credits FuoriFormato Web Studio